La tua esenzione E30/e40, E12/E13, E02 è scaduta? A San Martino ci pensa la farmacia

REGIONE LOMBARDIA
Da qualche anno le esenzioni per reddito E30 ed E40 vanno rinnovate ogni anno; solo nell’era pandemica le esenzioni sono state rinnovate in automatico (cioè senza la firma del paziente)  fino al 31 marzo 2021 che è la data ultima oltre la quale l’esenzione decade.
Oggi, nel febbraio 2022, stiamo rinnovando le esenzioni con la consueta energia: chiunque entri in farmacia San Martino riceverà dallo staff la domanda relativa all’eventuale rinnovo.

In farmacia vengono gestiste SOLO le esenzioni che riguardano il reddito per le quali l’esenzione va rinnovata ogni anno.

L’ESENZIONE E30 o E40 interessa moltissimi pazienti con patologie croniche molto diverse come l’ipertensione o il diabete. 
Mi appresto a proporre un breve riassunto:

CASO 1: Se non c’è stato alcun cambiamento di reddito dal 2021, I PAZIENTI DEVONO VENIRE IN FARMACIA PER RINNOVARE QUESTA ESENZIONE, portando con sé la tessera sanitaria con codice fiscale. Solo così avranno il diritto di continuare a NON PAGARE il ticket regionale relativo ai farmaci e agli esami. Dal 1 aprile, infatti, l’esenzione E30 o E40 comparirà solo sulle ricette di chi ha rinnovato.

CASO 2: Se il reddito supera i 46600 euro lordi all’anno per singolo paziente (i vari casi sono riportati sul modulo di Regione che trovi sotto), il cittadino dovrà pagare la quota fissa regionale per farmaci relativi alla patologia cronica, cioè un euro a scatola di medicinale, e pagare i ticket per gli esami relativi alla loro patologia cronica.

Il modulo (che a San Martino viene generato e stampato pronto per la firma) e le cifre di riferimento sono disponibili qui: https://goo.gl/pEURGD

Il paziente può anche rinnovare presso gli sportelli della ASL oppure accedere direttamente al proprio fascicolo sanitario da qui: https://www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it/

 

Regione Lombardia offre ai suoi cittadini agevolazioni economiche

In pratica: dal 1 aprile, se l’ esenzione non viene rinnovata, non comparirà sulla ricetta e il paziente pagherà la differenza di ticket.
Rinnovare entro il 30 settembre quindi, garantisce la continuità dell’esenzione.

Se l’esenzione viene rinnovata entro il 30 settembre, non cambierà nulla rispetto ad ora.

Il medico non ha dovere di controllo sulle dichiarazioni di reddito dei suoi pazienti, e in questo frangente non può fare nulla. Solo il cittadino è responsabile di questa dichiarazione.
Da luglio 2019 anche le ESENZIONI E02, E12 (valida per disoccupazione) ed E13 (valida per mobilità, cassa integrazione o contratti di solidarietà) possono essere rinnovate a San Martino-Bareggio-, nei consueti orari di apertura della farmacia.

Per offrire la massima comodità ai miei clienti, a San Martino ho predisposto un servizio di consulenza gratuita. Una persona formata e dedicata si occupa attivamente di tutte le fasi: controllo, verifica, attivazione o indicazioni per i comportamenti corretti da tenere. Se la situazione deve essere approfondita, il cittadino che richiede la consulenza, sarà ricontattato dopo le verifiche necessarie e riceverà indicazioni precise. Il servizio è gratuito e resterà attivo fino a che sarà necessario.

9 commenti su “La tua esenzione E30/e40, E12/E13, E02 è scaduta? A San Martino ci pensa la farmacia”

  1. Grazie.
    Siete sempre avanti nelle segnalazioni importanti.
    Sono però impossibilitato a muovermi, posso mandare mia moglie? Dovrebbe avere anche lei l’esenzione da rinnovare.
    Grazie ancora

    Rispondi
    • Grazie, d’altronde l’informazione fa parte della nostra professione. Purtroppo negli ultimi mesi è stato difficile dare seguito a questo compito, quindi cerco di recuperare con le certezze che tornano a farsi strada. Un caro saluto

      Rispondi

Lascia un commento